Leader africano a immigrati: “Dovete tornare a casa”

Condividi!

Il primo ministro etiope Abiy Ahmed è stato celebrato in Germania come una superstar dai suoi compatrioti. E lui li ha invitati a tornare a casa per aiutare a costruire una nuova Etiopia.

VERIFICA LA NOTIZIA

Mercoledì scorso, dopo aver incontrato il cancelliere tedesco Angela Merkel come uno dei 12 leader africani partecipanti all’iniziativa “Patto con l’Africa”, Abiy ha parlato con decine di migliaia di suoi compatrioti, uomini e donne, nel centro finanziario tedesco di Francoforte. Una folla plaudente di etiopi ha salutato il politico che alcuni chiamano l’Obama africano (notare l’ironia dell’accostamento).

Gli etiopi sono arrivati da tutta Europa per ascoltarlo.

Il Primo Ministro vuole che i suoi compatrioti non si limitino a stare all’estero “puntando e criticando”, ma siano attivamente coinvolti nella costruzione di una nuova Etiopia . “Abbiamo due cose ora: libertà e speranza. Con queste due cose e lavorando all’unisono, nulla può impedirci di costruire l’Etiopia che vogliamo avere”, ha detto Abiy a Francoforte.

Abiy ha detto in passato che l’Etiopia ha bisogno di qualcosa di più dell’importante sostegno finanziario che ha ricevuto dalla sua diaspora attraverso le rimesse. È necessario invertire la fuga di cervelli che l’ha resa molto più povera negli ultimi decenni, ha bisogno delle competenze professionali sviluppate dagli etiopi all’estero e deve garantire che i giovani non lascino il paese.

Perché ognuno ha il diritto di vivere nella propria terra. Senza che altri pretendano di trasformarla in una fogna multietnica.

Ps. Se pensate che proprie tre giorni fa è atterrato un aereo a Roma con a bordo anche etiopi, per i cosiddetti ‘corridoi umanitari’, vi potete rendere conto dell’idiozia degli stessi.




Lascia un commento