Torino, migrante trascina ragazzino in bagno e tenta di violentarlo

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Un immigrato di 21 anni senza fissa dimora e’ finito in carcere con le accuse di di violenza sessuale, rapina e minacce nei confronti di un giovane di 16 anni incontrato su un autobus di Torino.

Prima, il migrante aveva proposto al ragazzino di 16 anni, sull’autobus, sesso a pagamento: all’ovvio netto rifiuto del ragazzino, che per evitare problemi era anche sceso dal mezzo pubblico, lo straniero aveva iniziato a pedinarlo, raggiungendolo e puntandogli un coltello alla schiena. Così lo aveva trascinato in un bagno tentando di violentarlo.

Non riuscendo nel suo intento, aveva rapinato il torinese di tutti i suoi soldi (15 euro), minacciandolo di morte e agitando il suo coltello se avesse parlato, poi aveva fatto perdere le sue tracce.

L’immigrato di 21 anni è stato arrestato ieri, dopo 3 mesi.




Lascia un commento