L’Ong dei centri sociali torna in Libia – VIDEO

Condividi!

La nave dei centri sociali, la scalcagnata Mare Jonio, torna in Libia dopo una sosta di settimane nel porto di Palermo.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il rimorchiatore dell’Ong “Mediterranea”, finanziato da banche e trafficanti umanitari come Vendola – dopo i bambini vuole portare in Italia anche gli africani – è in viaggio verso le coste delle Libia per monitorare le partenze dei barconi.

E’ esattamente da quando la Jonio si è tolta dalle palle che non parte nessuno dalla Libia, ora vedremo se lavorano su appuntamento.

“Il 12 ottobre – millantano in una nota – abbiamo avuto un ruolo determinante nel sollecitare il salvataggio tempestivo di settanta persone in pericolo al largo di Lampedusa, dopo un rimpallo di responsabilità tra Malta e Italia”.

Una bufala così demenziale che non vale la pena neanche di discutere. In realtà passarono un mesetto in crociera davanti alla Libia senza riuscire a pescare nemmeno un africano. Un flop pazzesco.

Sulla nuova missione: “Testimoniare quanto accade nelle aree Search and Rescue italiane, maltesi e libiche, e qualora fosse necessario soccorrere imbarcazioni di migranti in difficoltà”.

Matteo Salvini ha fatto sapere che i porti italiani resteranno chiusi anche per l’imbarcazione di “Mediterranea”.

Ma tanto, questi non troverebbero nemmeno l’acqua in mare. Sono i trafficanti umanitari più sfigati della flotta ‘umanitaria’.




Lascia un commento