Carovana clandestini, Trump: “Soldati spareranno se attaccati”

Condividi!

Vedremo alla frontiera americane le stesse scene viste a Gaza?

VERIFICA LA NOTIZIA

I 15mila militari americani inviati al confine col Messico per respingere la carovana di clandestini e gang provenienti dal Centroamerica potrebbero sparare se qualcuno dovesse tirare loro pietre. Non sarà tollerato quello che è avvenuto al confine tra Messico e Guatemala.

Lo ha affermato Donald Trump, che ha annunciato l’invio di truppe, fino a 15mila unità. “Spero di no, ma sono soldati e nessuno deve tirare pietre contro di loro”, ha spiegato il presidente americano aggiungendo: “Non c’è molta differenza con una sasso lanciato in faccia”.

La normalità: se esigi di entrare dove non puoi entrare, e attacchi, i soldati sparano. Qui, invece, i ‘soldati’ ti coccolano, basti pensare a cosa accadde in Germania nel 2015, con i demenziali cartelli ‘refugees welcome’, poi ripagati con stupri di massa.




Lascia un commento