Bari: 5 profughi nigeriani stuprano ragazza in centro accoglienza

Condividi!

Violenza sessuale continuata e di gruppo ai danni di una giovane connazionale. Accade all’interno del famigerato Cara di Bari.

VERIFICA LA NOTIZIA

Questa mattina agenti della Polizia hanno arrestato quattro di cinque componenti di una gang nigeriana per violenza sessuale di gruppo compiuta nei confronti di una giovane connazionale all’interno del Centro Accoglienza Richiedenti Asilo di Bari.

L’ordinanza di custodia in carcere è stata emessa dal gip del Tribunale su richiesta della Procura.

I cinque nigeriani sono ritenuti responsabili, in concorso, di violenza privata e violenza sessuale di gruppo. Gli arrestati hanno tra tutti un’età compresa tra i 21 ed i 37 anni.

Quattro uomini sono stati arrestati a Bari e nell’hinterland e sono stati portati nel carcere del capoluogo pugliese, mentre un quinto è ancora ricercato.

Hanno precedenti di polizia e sono in posizione irregolare nel territorio dello Stato (uno di essi, in particolare, si trova già detenuto in carcere per omicidio di un cittadino nigeriano avvenuto l’8 maggio 2017).

Nello maggio 2017 i cinque profughi hanno fatto irruzione all’interno di un modulo abitativo del Centro Accoglienza di Bari-Palese e hanno dapprima bloccato una ragazza nigeriana, di 24 anni, e poi l’hanno costretta, sotto la minaccia di un coltello, a subire un rapporto sessuale di gruppo.

E’ la loro natura. Non hanno colpe. La colpa è nostra che li abbiamo fatti entrare.

Non devono esistere centri di accoglienza, ma campi di detenzione.




Un pensiero su “Bari: 5 profughi nigeriani stuprano ragazza in centro accoglienza”

  1. CONDIVIDO VOX😠😠😠😠E’ la loro natura. Non hanno colpe. La colpa è nostra che li abbiamo fatti entrare.

    Non devono esistere centri di accoglienza, ma campi di detenzione.

Lascia un commento