Incendio distrugge baraccopoli assassino Desirée

Condividi!

Se scrivessimo che ci dispiace, voi ci credereste?

Un vasto incendio è divampato in serata all’interno della famigerata «pista» la baraccopoli abusiva gestita dalla mafia nigeriana, dove si nascondeva uno degli assassini di Desirée e che circonda il Cara – Centro Richiedenti Asilo Politico di Borgo Mezzanone, nel Foggiano.

VERIFICA LA NOTIZIA

Le fiamme starebbero distruggendo gli alloggi abusivi dove risiedono i migranti. Ma – informano gli inquirenti – nessuno sarebbe ancora stato trasportato in ospedale. I vigili del fuoco presenti sul posto parlano di un susseguirsi di numerose esplosioni dovute con grande probabilità alla presenza di bombole del gas e ai fornellini.

A noi piace pensare che qualcuno – divino – abbia vendicato Desirée, nel giorno del suo funerale.

E’ l’ira di KeK. Attenti, voi che non votate il Decreto Salvini.

Borgo Mezzanone, dove comanda la Mafia nigeriana e gli africani sono 5 volte gli italiani

Salvini: che aspetti a radere al suolo questo schifo? Forse non serve più.




Lascia un commento