Corte europea la condanna per avere definito Maometto pedofilo

Condividi!

Ieri la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, la famigerata CEDU, non ha solo difeso i diritti del povero assassino e boss mafioso Provenzano, ma anche calpestato i diritti di una donna austriaca.

VERIFICA LA NOTIZIA

Infatti, dopo avere condannato l’Italia perché maltratta il boss, ha respinto il ricorso di una donna austriaca che era stata condannata nel suo Paese, per avere definito Maometto un pedofilo.

In pratica la Sharia è legge in Europa. Ed evidentemente, sposare e consumare il matrimonio con una bambina di 9 anni non è da pedofili, secondo la CEDU.

Visto che è una corte a cui gli Stati aderiscono volontariamente, è tempo di uscirne.




Un pensiero su “Corte europea la condanna per avere definito Maometto pedofilo”

Lascia un commento