Vescovo: “Dovevano avvisarmi prima di perquisire Biancalani”

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Nel blitz interforze di sabato sera al centro accoglienza profughi di Vicofaro a Pistoia, gestito da don Biancalani, c’è qualcosa che “mi inquieta e non mi piace”. Lo scrive il vescovo di Pistoia, monsignor Fausto Tardelli “profondamente amareggiato” per quanto successo, “e non per un motivo solo”, aggiunge spiegando di non essere stato avvertito come è normale che fosse. Per Tardelli, però, “è stato un punto che ha segnato il vertice di una escalation insopportabile. Invece di sciogliersi e trovare una soluzione accettabile, la vicenda di Vicofaro nel tempo è andata sempre più ingigantendosi, complicandosi, esacerbandosi”.

E certo, prima ti avvertiamo e poi facciamo i controlli. Un genio questo vescovo, che permette all’ossessionato Biancalani di ridurre una chiesa in bivacco di afroislamici ubriachi e molesti.




Un pensiero su “Vescovo: “Dovevano avvisarmi prima di perquisire Biancalani””

Lascia un commento