Africani assaltano locale a Roma: distrutto

Condividi!

Gli aveva chiesto di lasciare il tavolo ad altri clienti, ma loro non l’hanno presa bene ed hanno lanciato un vero e proprio assalto al locale.

VERIFICA LA NOTIZIA

È successo nella zona della stazione Tiburtina, nei pressi della tendopoli abusiva del Baobab, quella dello stupro, in una pizzeria.

I due migranti si sono seduti in uno dei tavolini esigendo di consumare alcolici portati da casa (o dalla tendopoli).

Quando il proprietario ha fatto loro notare che c’erano dei clienti in attesa del tavolo i due si sono scatenati: come osa questo italiano razzista, avranno pensato.

Ai due si sono aggiunti altri tre africani, probabilmente da dove sapete, anche loro africani, e insieme hanno assaltato la pizzeria, con tanto di lancio di bottiglie e catene prese dai motorini parcheggiati davanti al locale. Tutto sotto gli occhi di famiglie e bambini che hanno lasciato il locale terrorizzati.

Dopo l’aggressione al titolare, i cinque si sono allontanati minacciando di bruciargli l’attività.

“Sono anni che chiediamo al prefetto, al questore e alla sindaca col suo delegato alla sicurezza di emanare urgentemente una vera ordinanza anti alcol ad hoc per la zona – attaccano dal Comitato Cittadini Stazione Tiburtina – questi fatti anche se non denunciati e di entità più lieve avvengono ogni giorno”.

Radere al suolo la tendopoli. Liberare Roma dalla teppaglia multietnica e dai trafficanti finanziati da Soros che la assistono.




Un pensiero su “Africani assaltano locale a Roma: distrutto”

Lascia un commento