Il re delle rapine ai domiciliari in casa popolare: a spese vostre

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Si pensava che il punto più ridicolo della vicenda del clandestino tunisino che ha terrorizzato Padova con le sue rapine violente, fosse stato raggiunto con questa notizia:

Il tunisino più ricercato di Padova viveva nella casa popolare

Illusi. Il clandestino, con una lunga lista di precedenti penali, ha richiesto i domiciliari nella stessa casa popolare assegnata alla sorella. Per la quale, tra l’altro, non è mai stato pagato un euro d’affitto: e per la quale ora, solo dopo la scoperta dell’inquilino ladro, sono in corso le procedure per lo sfratto.

Quindi: abbiamo un clandestino, con precedenti penali, che ha terrorizzato per mesi una città, e potrebbe finire ai domiciliari. In una casa popolare! Per la quale nemmeno hanno pagato l’affito!

Finita qui? No. Amor Ben Lazhar Torch, tunisino di 39 anni, attualmente è dietro alle sbarre per i reati di furto con scasso e ricettazione. Il nordafricano aveva ottenuto una casa popolare in un alloggio Ater di via delle Melette, ma siccome non pagava l’azienda lo aveva cacciato nel 2014. E lui si è trasferito dalla sorella, in un’altra abitazione di edilizia pubblica popolare.

Una famiglia di immigrati, due case popolari. Vi sembra normale? Se sì, è perché siete appassionati di volley.

Ma cosa deve fare, un povero migrante, per restare in carcere?




Un pensiero su “Il re delle rapine ai domiciliari in casa popolare: a spese vostre”

Lascia un commento