“Francesi venivano tutti i giorni a scaricare clandestini”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
«Li abbiamo visti qualche volta anche in primavera, ma ad agosto era un via vai continuo. Loro arrivavano anche tre volte al giorno. Si fermavano. Facevano scendere i migranti e ripartivano».

Il testimone parla dei doganieri francesi. Marco, un ragazzo che abita alle porte di Torino, con una grande passione per la montagna e una casa di famiglia a Claviere. Non un posto qualunque, ma nel condominio da cui è stato realizzato il video diffuso ieri via Facebook dal ministro dell’Interno Matteo Salvini.

«È stato certamente fatto dal nostro condominio. Non posso sbagliarmi, si vede il piazzale, il tunnel accanto, il cartello del confine francese». Lui non è per nulla stupido dalle immagini, perché a quelle scene è abituato. «Quest’estate succedeva di continuo. Fino a sembrare quasi una cosa normale». I migranti venivano consegnati alla polizia italiana? «Mai. Gli dicevano di andarsene, di tornare indietro e non riprovarci più. Controllavano soltanto che quei disperati non si rimettessero in marcia verso la Francia. Poi si allontanavano».

Del resto, oggi la Francia ha spiegato:

Clandestini scaricati in Italia, Francia: “E’ la prassi”

Con il PD era la prassi.




Lascia un commento