Tre africani sbattono 15enne al muro e tentano violenza

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Tre immigrati africani, questa mattina, avrebbero tentato di violentare una ragazzina italiana a Brindisi.

La Lega locale ha raccolto testimonianze e chiede espulsioni di massa.

“Questa mattina, stando a numerose testimonianze e alle notizie ormai pubblicate da testate giornalistiche, tre ragazzi di colore avrebbero sbattuto contro il muro una ragazzina di circa 15 anni, presumibilmente nel tentativo di usarle violenza. È accaduto nei pressi di un chioschetto della frutta, al rione Commenda. Sul posto sono intervenuti, oltre ai carabinieri, anche la Polizia, allertati dai tanti presenti.

Contestualmente, ma in Centro, un altro individuo, straniero pure lui (profugo guineano ndr…), con una mazza ha mandato in frantumi almeno una decina di lunotti auto in sosta.

“Quanto accaduto è estremamente grave per la violenza dei fatti in sé, da chiunque commessi, ma appare ancora più grave perché i fatti risulterebbero commessi da stranieri che l’Italia accoglie in nome di una solidarietà che viene spesso ricambiata con la violenza nel convincimento di restare impuniti o al più espulsi ma solo formalmente.

“Ed ancora suscita indignazione il fatto che non si possa neppure evidenziare che trattasi di stranieri africani altrimenti immediatamente scatta l’accusa di razzismo, quando invece il problema esiste realmente e va affrontato con un decisivo freno all’immigrazione e per tutti gli irregolari con una espulsione di massa”.

“Pertanto la Lega annuncia che organizzerà una serie di iniziative per rivendicare la massima sicurezza e il fermo no all’immigrazione in generale senza distinguo.




Lascia un commento