Apologia di reato: Lucano ospite di Fazio a ‘Che tempo che fa’

Condividi!

Vergognosa e nuova invereconda marchetta della Rai alla propaganda di estrema sinistra. Fazio ha invitato il sindaco di Riace, espulso dalla sua città perché c’è il rischio che inquini le prove riguardo i numerosi reati contestati dalla procura.

VERIFICA LA NOTIZIA

“La tv pubblica non può divulgare modelli distorti sull’onda di strumentalizzazioni ideologiche”. Con queste parole, i parlamentari della Lega in Vigilanza Rai, Paolo Tiramani, Massimiliano Capitanio, Simona Pergreffi, Dimitri Coin, Igor Iezzi, Giorgio Maria Bergesio e Umberto Fusco, protestano contro l’ennesimo uso privato della cosa pubblica.

Nella puntata di domenica 21 di “Che tempo che fa” sarà infatti ospite Mimmo Lucano, sindaco di Riace di recente sollevato dalla sua carica dopo essere stato arrestato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e affidamento fraudolento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti a due cooperative della zona. Ma la procura sta indagando anche per la scomparsa di alcuni milioni di euro.

Al centro dell’intervista, ovviamente, l’immigrazione e il “modello Riace”: come se avessero invitato Pacciani a parlare di infanzia.

Scrivono i parlamentari: “è evidente come Lucano sia accusato di aver violato norme civili, amministrative e penali sull’accoglienza. Chiediamo quindi che Fazio non chiami il sindaco in trasmissione”, annunciando anche l’avvio di un’interrogazione in commissione di Vigilanza.

Foa, è tempo di iniziare le pulizie. E’ tempo di fare valere il consenso elettorale anche in televisione: perché chi ha il 15 per cento deve monopolizzare lo spazio pubblico?




Lascia un commento