Reclutava puttane per ISIS: Salvini espelle albanese

Condividi!

Reclutava donne per lo Stato islamico: prima le invitava ad abbracciare l’Islam e infine le convinceva a partire per la Siria o l’Iraq e ad unirsi al jihad che i loro uomini già stavano combattendo contro gli “infedeli”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Arta ‘Anila’ Kakabuni era un pericolo per la sicurezza dello Stato e ieri, appena uscita dal carcere, è stata messa su un aereo per l’Albania ed espulsa con un decreto firmato dal ministro dell’Interno Matteo Salvini.

L’albanese di 44 anni, era in Italia dal 2003 e viveva a Grosseto con il fratello. Secondo l’antiterrorismo il suo compito sarebbe stato quello di reclutare adepti per l’Isis.

Insomma, reclutava puttane per gli islamisti.




Lascia un commento