Migrante pesta mamma che non gli lascia molestare la figlia

Condividi!

«Li espelleremo ad uno ad uno, e finché ci sarà Salvini al Governo non rientreranno mai più. Da subito tolleranza zero e controlli a tappeto interforze anche a Gravina, come già fatto nella vicina Altamura».

VERIFICA LA NOTIZIA

Così Rossano Sasso, deputato Lega, dopo che una donna è stata molestata da un 35enne ghanese, che ha poi aggredito il capo della polizia locale, maggiore Nicola Ciccolecchia, ferito alla mano sinistra e al volto.

L’immigrato, dopo la violenza e dopo aver minacciato la madre della vittima, è stato rintracciato dalle forze dell’ordine, ma ha aggredito gli agenti.

Sui fatti è intervenuta anche la deputata della Lega Tateo: «Siamo stanche di essere costantemente molestate, assediate e umiliate da gente che dimostra di avere il disprezzo più totale nei confronti di noi donne. Siamo continuamente in pericolo, non siamo più libere nemmeno in pieno giorno, nemmeno in compagnia delle nostre madri e dei nostri figli di poter fare una passeggiata, senza che personaggi di cui non conosciamo assolutamente nulla, mettano a repentaglio la nostra incolumità fisica e la nostra dignità. Questi i risultati della disastrosa politica del Pd in materia di immigrazione».




Un pensiero su “Migrante pesta mamma che non gli lascia molestare la figlia”

  1. CARI COMPATRIOTI DELLA LEGA SPERO CHE LE VOSTRE FRASI SIANO FATTI E NO PAROLE. SI DEVONO RIMPATRIARE TUTTI PERCHÉ SONO ANIMALI PUZZOLENTI DEMONIACI CRIMINALI COME SONO ABITUATI NEI LORO PAESI BESTIE DISUMANE.AVANTI TUTTA SALVINI COMINCIA DALLE PAROLE AI FATTI..

Lascia un commento