Martina viaggia in classe lusso per colpa delle tendine

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Vero o falso che fosse, Luigi Di Maio ha voluto dimostrare agli italiani di avere l’umiltà e il buongusto di viaggiare in economy class da Roma alla Cina. Un viaggio di 12-14 ore. Il Pd invece proprio non intende scrollarsi da dosso l’immagine elitaria che le ha tanto nuociuto alle elezioni. La prova arriva dal segretario Maurizio Martina che questa mattina, per andare a Bruxelles al vertice del Partito socialista europeo che si svolge a margine del Consiglio dei capi di Stato e di governo, ha deciso di viaggiare in business class. Mentre il “popolo” si accomodava in economy, il segretario dem si è piazzato, insieme a due accompagnatori, nelle prima 4 file riservate ai clienti di lusso dalla Brussels Airlines. La durata del volo non certo proibitiva e causa di eccesso di stanchezza: poco meno di 2 ore.

Dallo staff di Martina la replica: «I biglietti sono in classe Economy, ci sono le ricevute a provarlo, evidentemente non hanno spostato le tendine dal viaggio precedente».

La configurazione dei posti sull’Airbus 320-200 prevede da 2 a 7 file (le più vicine alla cabina di pilotaggio) in classe Business, con la la possibilità di spostare le “tendine” secondo le necessità.

Il complotto delle ‘tendine’. Evidentemente russe.

Ma il problema non è che Martina viaggi in classe lusso, è che viaggi a spese dei contribuenti.




Lascia un commento