Lucano espulso da Riace: divieto di dimora, revocati domiciliari

Condividi!

Sono stati revocati gli arresti domiciliari al sindaco di Riace, il boss degli immigrati Mimmo Lucano, sostituiti dal divieto di dimora. Lo ha deciso il tribunale del Riesame.

I giudici temevano che potesse inquinare le prove, così è stato ‘espulso’ dal suo comune.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il provvedimento era stato preso dal giudice di Locri contro il primo cittadino per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e affidamento diretto fraudolento del servizio di raccolta dei rifiuti.

Per Lucano i domiciliari erano scattati il 2 ottobre. Insomma, è libero, ma deve stare lontano da Riace: per evitare di inquinare le prove.

In effetti erano una barzelletta i suoi arresti.




Lascia un commento