Riace e Lodi: per PD italiani devono mantenere immigrati

Condividi!

Quando parliamo di Pd, Caritas, Ong e tutto quel mondo che gravita intorno all’immigrazione, non parliamo di semplici avversari politici. Ma di una grande organizzazione che lavora per distruggere l’Italia. Che odia l’Italia.

In una sorta di delirio mistico esigono che gli italiani mantengano gli immigrati.

L’esempio di Riace è anche troppo chiaro. Attualmente ospita 200 mantenuti africani: praticamente tutti sono clandestini, perché tutti provenienti da Paesi come Nigeria, Senegal e via dicendo. Eppure, se Salvini decide di interrompere il folle progetto di Mimmo Lucano, che prevede il mantenimento a vita di immigrati perché lui deve ripopolare il suo comune, è ‘razzismo’. In pratica, se gli italiani si rifiutano di mantenere il fancazzista di turno: secondo Pd e frattaglie varie è razzismo.

E infatti eccoci a Lodi. Dove il sindaco leghista ha avuto l’idea di chiedere ai genitori degli alunni stranieri quello che chiede agli italiani: un certificato che ne dimostri l’idoneità patrimoniale ad avere la mensa gratis. Anche qui ‘razzismo’, perché essendo in Italia, il migrante deve essere privilegiato rispetto agli italiani.

Insomma. Mentre una persona normale concorderebbe sul fatto che un italiano venga privilegiato in Italia (come un nepalese in Nepal), nel mondo alla rovescia dei radical chic, anche la parità di trattamento è razzismo: gli italiani devono fare posto agli immigrati.

Chi vota il PD lo fa, o perché guadagna con l’immigrazione, o perché odia se stesso.




Un pensiero su “Riace e Lodi: per PD italiani devono mantenere immigrati”

Lascia un commento