Ha fatto scendere 30 migranti senza biglietto, Trenitalia “apre indagine”

Condividi!

Il caso è finito alla ribalta nazionale: la capotreno coraggiosa che, da sola, ha fatto scendere una trentina di migranti dal treno Villamassargia-Cagliari perché sprovvisti di biglietto ha già ricevuto il plauso del ministro dell’Interno, Matteo Salvini.
Adesso emerge qualche dettaglio in più sulla vicenda, e arrivano anche novità da parte di Trenitalia: nei prossimi giorni, infatti, è previsto l’invio di un rapporto dettagliato proprio da parte della capotreno ai vertici regionali della società.

VERIFICA LA NOTIZIA

“L’episodio è avvenuto sabato 13 ottobre, il comportamento della capotreno è stato corretto”, spiegano dall’ufficio stampa di Trenitalia.

“Restiamo in attesa di un rapporto dettagliato su quanto accaduto, che dovrà compilare la capotreno, per avere un quadro quanto più completo della situazione e poter avere tutto il materiale utile per fare luce su quanto accaduto anche alla luce di alcune parole utilizzate”, spiegano da Trenitalia, e il riferimento è ad alcuni termini che si sentono nel video, “resta il fatto che è comunque capibile, visto che si trattava di una donna che, da sola, ha dovuto fronteggiare una trentina di persone sprovviste del biglietto”.

Capibile? E’ il minimo! Trenitalia non osi muovere un dito contro la capotreno, anzi, urge immediato encomio e aumento di stipendio.




2 pensieri su “Ha fatto scendere 30 migranti senza biglietto, Trenitalia “apre indagine””

  1. Considerato che Trenitalia è di proprietà di Ferrovie dello Stato, sarà il caso che ai vertici saltino un po’ di teste se la società intende sanzionare la coraggiosa capotreno.

Lascia un commento