Salvini si studia anche all’università, polemica

Condividi!

Ciao mi chiamo Salvini e questa è una lezione universitaria su di me. Tutto vero. Accade all’#Università degli studi di…

Posted by Serenella Bettin on Friday, October 12, 2018

Alla facoltà di Scienze Politiche di Padova una docente ha tenuto una lezione in inglese sul ministro dell’Interno Matteo Salvini, prendendo spunto da un articolo del “Time“. L’episodio è stato riportato su Facebook dalla giornalista Serenella Bettin e dal senatore Andrea Ostellari (Lega). «Anche all’Università di Padova alcuni professori non possono fare a meno di parlare di Matteo Salvini – dichiara Ostellari in una nota -. E di esporlo durante le lezioni. E’ accaduto giovedì scorso, durante una lezione di inglese per gli iscritti al primo anno di Scienze Politiche: una professoressa madrelingua si è presentata in aula con una copia del “Time”, dalla quale, immagino delicatamente, ha strappato una foto del ministro dell’Interno per poi appenderla alla lavagna, dilungarsi sul suo abbigliamento definito poco elegante, se confrontato con quello di Matteo Renzi, e successivamente discutere, continuo ad immaginare con il dovuto tatto e la dovuta equidistanza, delle sue scelte politiche. Tanto si è appreso dalla viva voce di alcuni studenti che hanno assistito alla lezioni, piuttosto allibiti. Voglio rassicurarli: i leader fanno la storia, non temono sfottò o critiche, neanche quelle scorrette nei contenuti e inopportune. I tanti e bravi professori fanno il loro lavoro senza perdersi d’animo. I mediocri rosicano».

Tra i vari commenti che l’episodio ha scatenato su Facebook c’è chi chiede le dimissioni della professoressa, ma anche chi la difende. «Io ero presente alla lezione in questione – scrive per esempio uno studente -, la quale è stata costruita intorno a un articolo del “Time”, che aveva per oggetto Matteo Salvini, il modo di vestire, le sue azioni politiche, tutto era riportato sull’articolo, la professoressa si limitava a leggerlo e semmai a dare a noi studenti spunti su cui riflettere ma senza mai dare opinioni personali in merito al personaggio o all’argomento. Lo scopo di queste lezioni è trattare argomenti di attualità politica (immigrazione, guerre, diritti umani, etc..) in inglese al fine di aumentare l’affinità della lingua e renderli partecipi dei mutamenti del mondo intorno a loro. Io penso che in quanto studenti di Scienze Politiche questo sia un ottimo metodo per approcciarsi a una lingua e al proprio corsi, all’interno del quale apprendiamo nuove conoscenze che ci permettono di sviluppare un proprio senso critico, senza alcun fantomatico indottrinamento».




Lascia un commento