Salvini: «Polizia sui treni per cacciare a calci chi non paga»

Condividi!

«Ho in programma di fare dei pattuglioni della polizia a bordo dei treni per cacciare a calci in culo chi non paga o delinque». Queste le parole del vice premier e ministro degli Interni Matteo Salvini, durante una diretta Facebook dal tetto del Viminale.

«C’è l’Altare della Patria, posso farlo vedere senza essere accusato di nostalgie mussoliniane, lì l’Eur, poco lontano c’è Latina, con bonifiche di terre che erano paludi e adesso sono città, ma non so se posso dirlo, che le ha fatte Mussolini…», ha detto il ministro dell’Interno, indicando i luoghi della capitale che si vedono all’orizzonte, e ironizzando sul rischio di essere tacciato di fascismo: «Quindi viva la libertà, viva la democrazia».

Nel decreto un emendamento per prevedere “la chiusura entro le 21 dei negozietti (tuguri ndr…) etnici che diventano ritrovo di spacciatori e di gente che fa casino”.

Lo ha annunciato il ministro dell’Interno Matteo Salvini in diretta Facebook sottolineando che “non è un’iniziativa contro i negozi stranieri ma per limitare abusi di certi negozi che diventano ricettacolo di gente che fa casino”.

Invece dovrebbe proprio essere un’iniziativa contro il proliferare di bugicattoli stranieri. Che stanno invadendo le nostre città, rendendole suk a cielo aperto.

“E’ questione di giorni. Entro ottobre – ha detto in un altro passaggio del suo intervento dai tetti del Viminale – guiderò personalmente la ruspa che abbatterà la villa abusiva dei Casamonica a Roma. Non vedo l’ora di raderla al suolo per restituirla alla comunità”.

Lavoro, tasse, pensioni, sicurezza: burocrati e professoroni contro il governo ma noi tiriamo dritto! #primagliitalianiIn diretta dai tetti di Roma.

Posted by Matteo Salvini on Thursday, October 11, 2018

«Ogni domenica migliaia di unità delle forze dell’ordine sono impegnate a gestire l’ordine pubblico e chi paga? Noi. Chiederemo alle società di calcio di destinare il 5-10% dell’incasso dei biglietti per la gestione dell’ordine pubblico. Non è giusto che siano gli italiani a pagare», ha poi detto il vicepremier e ministro dell’Interno, annunciando un emendamento al decreto sicurezza.

«È questione di giorni. Entro ottobre guiderò personalmente la ruspa che abbatterà la villa abusiva dei Casamonica a Roma. Non vedo l’ora di raderla al suolo per restituirla alla comunità», ha poi detto Salvini.

«Qualche giornale ha scritto che stiamo lavorando per togliere forze ordine. Non è così ognuna delle questure italiane avrà più uomini, nessuna città italiana perderà un solo poliziotto e, anzi, ci saranno più uomini». I soldi per assumerli, ha aggiunto «li troviamo ad esempio tagliando sulle spese per l’immigrazione e l’accoglienza di un esercito di finti profughi. Spero dunque quest’anno di farvi risparmiare più di un miliardo, che significa 10mila forze dell’ordine in più»




Lascia un commento