Si rifà viva Josepha: stavolta le hanno ‘sbiancato’ i capelli – FOTO

Condividi!

Fantastici. Dopo 100 giorni di “prigionia”, l’ostaggio umanitario Josepha torna a farsi viva. O meglio: tornano a mostrarla.

Ma come, poche ore dopo il ‘salvataggio’ le avevate già pittato le unghie, e ora, in cento giorni non siete riusciti nemmeno a tingerle i capelli?

Ci dicono che le sono diventati i capelli bianchi per lo stress e l’ipotermia. Però al tempo del soccorso, quando il governo italiano offrì di sbarcarla a Catania, la Open Arms preferì un lungo viaggio di una decina di giorni verso la Spagna. Qualcosa non torna. Forse il culo di Oscar Camps, che temeva l’arresto a Catania, valeva più dei capelli di Josepha.

A noi, dalle foto, sembra che i capelli già li avesse bianchi e che ora, senza tingerli, sono al naturale. Ma sono solo ipotesi.

Le ong si comportano come l’intellighenzia sovietica dei bei tempi. Stessa trasparenza.

E torna sulla pagine del giornale di fake news Avvenire, giornale lautamente finanziato dai contribuenti italiani:

E anche dalle coop dell’accoglienza.

PS. Prima che qualcuno si agiti: il titolo è ironico, nessuno pensa che le abbiamo volontariamente sbiancato i capelli per generare pietismo. Forse.




Lascia un commento