Nigeriano Caritas massacra uomo che gli nega sigaretta

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Ha aggredito un uomo perché aveva rifiutato di dargli una sigaretta, colpendolo con calci e pugni e con un manico di ombrello. Un vero e proprio massacro.

L’aggressore, un 36enne nigeriano già noto alle forze dell’ordine (quante volte dobbiamo scriverlo!), è stato arrestato ieri dai carabinieri per lesioni aggravate.

Il pestaggio intorno alle 10 davanti al centro Caritas di via Baracca, alla periferia nord di Firenze.

La vittima, 34enne, ha subito la frattura del setto nasale e varie lesioni giudicate guaribili in 30 giorni.

I ‘punti Caritas’ sono covi di degrado. Vanno chiusi. La Caritas, come altre Ong e associazioni che favoriscono la clandestinità, va messa fuorilegge. Altro che ‘corridoi umanitari’: Salvini, sveglia!




Lascia un commento