La vede per strada e decide che deve stuprarla

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
L’aggressione intorno alle 6.30 quando una ragazza, che stava percorrendo a piedi la zona nei pressi della Stazione Centrale di Catania, è stata improvvisamente bloccata per un braccio dall’extracomunitario che, in preda ad un raptus ha tentato una violenza sessuale palpeggiandola ripetutamente nelle parti intime.

La vittima, sola, ha cominciato a urlare invocando aiuto.

Di fronte a quella che deve avere giudicato un inaspettato rifiuto, nonché un gesto di ‘razzismo’, il migrante ha iniziato a colpire la ragazza con calci e pugni allo stomaco.

Ma la giovane ha resistito alla violenza, tanto che il malvivente si è visto costretto a desistere e scappare, non prima, però, di averle strappato la borsa.

Il tentativo di fuga del tunisino, però, è fallito. La vittima ed alcuni passanti intervenuti in suo soccorso, infatti, con coraggio hanno inseguito il nordafricano.

Poi purtroppo consegnato vivo nelle mani degli agenti della polizia ferroviaria.

Nel corso delle indagini è risultato che Kacem Malek, un tunisino di 23 anni, era in possesso di un regolare permesso di soggiorno. L’immigrato è entrato in Italia nel 2010 quando era ancora minorenne.

Perché poi crescono.




2 pensieri su “La vede per strada e decide che deve stuprarla”

Lascia un commento