Croce offende i profughi: la abbattono – FOTO CHOC

Condividi!

L’imponente croce che si stagliava su una roccia a picco sul mare di Lesbo non c’è più. E’ stata distrutta la notte del 7 ottobre.

Gli abitanti accusano le Ong
. Il simbolo cristiano infatti era inviso alle organizzazioni non governative che accolgono i clandestini. Sono oltre 6.500 ad occupare ancora l’isola: e non amano i cristiani.

Secondo Lesvos news, poche settimane fa l’ong “Coesistenza e comunicazione nell’Egeo” ha inviato una lettera al sindaco del Comune per chiedere l’immediata rimozione della croce perché offendeva i musulmani accolti sull’isola.

Eccola: «Il crocifisso è stato eretto per impedire ai migranti e rifugiati di venire qui a nuotare. Questo atto è illegale e offensivo soprattutto verso il simbolo della cristianità, che è un simbolo di amore e sacrificio, non razzismo e intolleranza».

VERIFICA LA NOTIZIA

«Si sbarazzi di questo simbolo religioso inappropriato in un luogo dove la gente nuota».

Poco tempo dopo l’invio della lettera, visto che non veniva rimossa, l’hanno abbattuta.

Secondo uno dei principali quotidiani greci, Ta Nea, gli abitanti dell’isola hanno già dichiarato che la ricostruiranno.




2 pensieri su “Croce offende i profughi: la abbattono – FOTO CHOC”

Lascia un commento