Salvini ferma gli aerei dalla Germania, non dal Libano

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, vuole riaprire i corridoi umanitari per “portare in Italia via aereo decine di donne e bambini in fuga dalla guerra”. Ad affermarlo è lo stesso vicepresidente del Consiglio, a margine dei lavori del G6 dei ministri dell’Interno, in corso a Lione, in Francia. “Sto lavorando per riaprire corridoi umanitari che possano riportare in Italia via aereo decine di donne e bambini in fuga dalla guerra”, afferma Salvini. Una idea che secondo il ministro dell’Interno si può realizzare anche in tempi rapidi: “Conto entro ottobre di andare ad accogliere i primi che arrivano a Fiumicino”.

L’idea è anche quella di impedire i viaggi in barcone, permettendo ai migranti di arrivare in aereo. “Queste sono persone che meritano di essere aiutate, le altre no: arriveranno da zone di guerra”.

Ecco, questo è esattamente quello che non si deve fare.

L’idea di andarci a prendere con gli aerei gli immigrati in giro per i campi profughi di Paesi come Libano ed Etiopia – dove non ci sono guerre – è demenziale. E criminale.

E se era demenziale al tempo di Minniti, continua ad esserlo anche al tempo di Salvini. La smisurata riconoscenza nei suoi confronti per quello che sta facendo, non ci impedisce di criticarne gli errori.

Ci sono vari motivi per il quale è criminale: in Italia abbiamo migliaia di senzatetto ma la Caritas usa i soldi dell’8 per mille per importare e alloggiare immigrati. Invece di dare casa ai nostri senzatetto, li importa dall’estero: perché?

Un altro motivo è che con la stessa cifra, in Etiopia o Libano, dove certamente la Chiesa è presente, se ne potrebbero aiutare cento volte tanti di questi presunti profughi.

E allora si comprende quale è il vero motivo dietro queste operazioni: la sostituzione etnica.

I ‘corridoi umanitari’ sono un’arma di sostituzione di massa.

I veri profughi di guerra vanno aiutati nel territorio più vicino possibile alle loro case, così che possano tornare appena la guerra finisce. In questo modo ne potremmo aiutare 10, invece di 1.

VERIFICA LA NOTIZIA

Noi gli aerei li vogliamo vedere carichi in uscita, non in entrata. Anche perché è con i ‘corridoi umanitari’ che la Chiesa ha sparso terroristi islamici per il mondo:

200 terroristi entrati come profughi grazie a corridoi umanitari

Corridoi umanitari: italiani cacciati di casa, devono arrivare gli immigrati




2 pensieri su “Salvini ferma gli aerei dalla Germania, non dal Libano”

  1. Noi dovremmo pensare ad aiutare noi stessi e solo dopo che tutti siamo “a posto” eventualmente (e in casi da valutare singolarmente) pensare agli altri. Aggiungo che se il vostro grano è infestato dalla gramigna concimare il vicino campo di gramigna in qualsiasi modo certamente non vi aiuterà al tempo del raccolto perchè la gramigna avrà sconfinato lo stesso e non se ne sarà rimasta confinata per ringraziarvi.

  2. SALVINI E PROPRIO FUSO DI CERVELLO MA CHE CAZZO DI IDEA MANTENERE A VITA I MILIONI DI SPAZZATURA E CONTINUA A DISCUTERE DI ACCOGLIERE..DIO MIO L’EUROPA E L’ITALIA SONO FINITI..

Lascia un commento