Ong contro Italia: “Attaccati da bestia immonda, è guerra”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Francis Vallat, presidente dei trafficanti umanitari di SOS Méditerranée, attacca dopo il blocco dell’Aquarius, la nave della ONG bloccata a Marsiglia per mancanza di bandiera.

Vallat denuncia un presunto ricatto dell’Italia, che cercherebbe di fare tutto il possibile per impedire ai trafficanti umanitari di riprendere il mare per traghettare i clandestini in Europa. E dice di essere sotto attacco da parte di una “bestia immonda”.

Intanto, il kapò dell’altra Ong protagonista di traffici dalla Libia per molto tempo, la Open Arms, parla di ‘guerra’:

E’ tempo di trattarli di conseguenza. In guerra, le navi nemiche si affondano.




Lascia un commento