Marocchino si schianta contro suo locale: a processo va italiano che lo offende

Condividi!

Questa è grossa. L’immigrato gli sfascia l’auto piombando ubriaco contro l’ingresso, ma a processo ma l’italiano perché lo ha definito “marocchino di merda”.

VERIFICA LA NOTIZIA

«Ha rischiato di uccidere qualcuno». Giacomo Ferro si è ritrovato a processo perché, dopo quello schianto, avvenuto sulla porta del suo locale il Ferro’s Burger, avrebbe osato dire al conducente: «Ti ammazzo, marocchino di merda».

«Tornava da una cena – racconta Ferro – e era completamente ubriaco. Sentii un botto tremendo e vidi l’auto sulla porta. Lui era accasciato, addormentato e ubriaco, sul sedile passeggero. Uscii a spegnere il motore della vettura, per la paura che bruciasse tutto. Poi rientrai per chiamare i carabinieri».

Il barista telefona al 112, ma quando il marocchino si risveglia e vede che sta per chiamare le forze dell’ordine sarebbe uscito come una furia rompendogli anche il cellulare.

«A quel punto – prosegue Ferro – per la paura che si rimettesse in auto e facesse altri danni gli ho preso le chiavi. Ma solo per questo».

L’aggressione e la frase. A processo l’italiano. Intanto il marocchino non è ancora stato processato.




Lascia un commento