Sgominata banda di 9 profughi spacciatori: 4mila dosi

Condividi!

Operazione “Nigerian connection”, arrestato anche l’ultimo spacciatore nigeriano arrivato sui barcone: perché non fuggono dalla guerra, ce la portano in casa.

E.F. trentenne di nazionalità nigeriana, richiedente asilo, era sfuggito al blitz degli 80 uomini dell’Arma effettuato l’altra mattina all’alba. Ora sono tutti: 9 profughi nigeriani arrestati che gestivano lo spaccio ad Arezzo.

Tutti richiedenti asilo, tutti nigeriani dimoranti nel capoluogo, di età compresa tra i 21 e i 30 anni.

L’indagine condotta dai militari del Nucleo Investigativo, ha avuto come punto di partenza la rissa scoppiata domenica 14 agosto 2017 intorno alle ore 20.30 a Campo di Marte che ha visto coinvolti spacciatori di etnia nigeriana e gambiana. All’origine del violento tafferuglio un regolamento di conti relativo alla spartizione del mercato dello spaccio in Arezzo.

Sono stati documentati almeno 4000 episodi di spaccio a giovani del Valdarno aretino, di Arezzo e della Valdichiana

A conferma della pericolosità sociale dei prevenuti, uno di loro a fine agosto si sarebbe reso responsabile in pieno giorno, dell’aggressione perpetrata a Saione nei confronti di una donna italiana che in quel momento lo stava riprendendo mentre lo stesso era intento a spacciare stupefacenti. E’ il caso di Francesca Montaini, la regista televisiva che ha portato la sua denuncia anche su Rai Uno proprio nei giorni scorsi.

VERIFICA LA NOTIZIA
Al centro dell’operazione l’obiettivo era quello di sventare un grosso traffico di droga: da qui la perquisizione condotta e ancora in corso da parte dei carabinieri, sotto gli occhi interessati e naturalmente curiosi del quartiere che si è ritrovato di colpo al centro dei riflettori. In particolare una palazzina-condominio nella zona nuova del quartiere, improvvisamente circondata dalle auto e dai carabinieri in azione fin dalla prima mattina.

In nove ha spacciato 4mila volta, solo nell’ultimo periodo. Quanti morti per overdose pesano sulle coscienze dei trafficanti umanitari delle Ong, di Boldrini, di Saviano, di Mimmo Lucano, di Mattarella, del PD e di tutta la merda dell’accoglienza?

Sui barconi c’era la mafia nigeriana, e voi l’avete portata in Italia. Delinquenti. Criminali.

Ps. Salvini l’aveva promesso alla regista di Saione:

Salvini chiama vittima degli immigrati: “Vengono per delinquere”




Un pensiero su “Sgominata banda di 9 profughi spacciatori: 4mila dosi”

Lascia un commento