Saviano va da Macron per parlare male dell’Italia

Condividi!

La replica di Salvini: tenetevelo in Francia!

Emmanuel Macron ha ospitato ieri, 5 ottobre, all’Eliseo Roberto Saviano. Il presidente francese e lo scrittore italiano hanno discusso a lungo di criminalità giovanile e di periferie, nonché i temi del romanzo La paranza dei bambini, scritto dall’autore di Gomorra e pubblicato in Francia con il titolo Piranhas dalla casa editrice Gallimard.

Roba da radical chic.

Saviano, anche in quest’occasione, non ha potuto fare a meno di criticare il governo italiano, esternando all’amico francese la sua preoccupazione per la questione dei migranti, per la criminalizzazione delle organizzazioni non governative e per la mancanza di una politica condivisa di accoglienza e integrazione in Europa.

Saviano ha proseguito con le critiche verso il suo nemico leghista, “spifferando” a Macron l’arresto di Domenico Lucano, sindaco di Riace ed “esempio virtuoso di accoglienza e integrazione”, per lo scrittore. Radio, tv e giornali francesi si contendono in questi giorni il giornalista, che nelle interviste lamenta la minaccia di essere privato della scorta e la denuncia ricevuta da Salvini per averlo definito “ministro della malavita”.

Tra le interviste ai media di sinistra anche questa:

Saviano: “100mila immigrati l’anno sono un dono” – VIDEO




2 pensieri su “Saviano va da Macron per parlare male dell’Italia”

Lascia un commento