Filmino propaganda: migranti difendono Italia da zombie leghisti

Condividi!

I film sugli zombies sono sempre stata una metafora dell’assedio delle razze scure all’Occidente bianco. Una metafora demografica fin troppo evidente. Con l’ultimo film in ordine di tempo, World War Zombie con Brad Pitt, che ha portato la metafora ad una chiarezza quasi spudorata.

Ora, un filmino animato italiano vuole rovesciare il tema: gli zombies sono italiani – leghisti – e gli “eroi” sono gli invasori africani.

Nella storia degli italiani che protestano contro l’immigrazione si trasformano in zombie e l’unico che rimane normale si rifugia in un centro profughi dove viene salvato dai ‘migranti’:

Go Home – A casa loro

Un ragazzo di estrema destra si rifugia in un centro di accoglienza durante un’invasione zombie.L’unico luogo sicuro al mondo è proprio quel posto che lui non voleva. Go Home – A casa loro, un film di Luna Gualano.In anteprima assoluta ad Alice nella città – Festa del Cinema di Roma.

Posted by Go Home – A casa loro on Friday, October 5, 2018

Se il promo su facebook fosse stato a parti invertite, non sarebbe durato un giorno.

Inutile dire che la propaganda non regge: gli zombies sono gli ‘altri’, sono quelli che assediano la civiltà, rovesciare il concetto non rende.




Un pensiero su “Filmino propaganda: migranti difendono Italia da zombie leghisti”

Lascia un commento