Immigrati e Rom in coda: “Vogliamo il reddito di cittadinanza”

Condividi!

Immigrati e Rom in coda ai centri dell’impiego per avere informazioni sull’assegno da 780 euro del reddito di cittadinanza.

VERIFICA LA NOTIZIA

E così ad esempio a Torino sin dalle prime luci dell’alba c’è chi sgomita per prendere il numero per far la fila e poter ottenere informazioni sul reddito minimo. “Non essendoci ancora nulla di concreto sul tema – ha spiegato a Libero Patrizia Zoppolato, responsabile del centro per l’impiego della città – anche noi restiamo in stand bye. Sicuramente, però, il reddito di cittadinanza è una misura che interessa molto alla gente e una volta che verrà approvata e riceveremo indicazioni, ci muoveremo di conseguenza”.

E in coda ci sono anche i rom. Solo a Torino sarebbero 500 gli aventi diritto e dunque è cominciata la “caccia” all’assegno. Non è da meno Milano. Al centro per l’impiego di via Strozzi ci sono alcuni nigeriani che chiedono informazioni sul sussidio voluto dai grillini. Prendono il numero e attendono notizie dallo sportello. Poi, sempre secondo quanto riporta Libero, ci sarebbero anche diverse donne dell’Est che fanno la fila per il reddito di cittadinanza. E una di queste avrebbe detto: “Sono qui per il reddito di Di Maio”.

Lo ripetiamo: i 10 anni paventati da Di Maio non bastano. Servono altre clausole. Come quella applicata dal sindaco leghista di Cascina per le case popolari.

Un’altra sarebbe avere almeno un genitore che ha lavorato in Italia. Non violerebbe la fottuta costituzione, perché non ‘discrimina’ per nazionalità sulla carta, ma lo fa nella sostanza: che è quello che interessa a noi.




2 pensieri su “Immigrati e Rom in coda: “Vogliamo il reddito di cittadinanza””

Lascia un commento