Rivolta contro don Biancalani: i suoi migranti sono molesti

Condividi!

A Pistoia è partita una raccolta firme contro don Massimo Biancalani. Ben 190 residenti a Vicofaro hanno dato il via a una petizione per segnalare al sindaco Alessandro Tomasi, al vescovo Fausto Tardelli e al prefetto Emilia Zarrilli la situazione nella zona poco fuori dal centro cittadino.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il documento è lungo circa venti pagine e parla di “profondo disagio creatosi nel quartiere dopo la realizzazione del centro di accoglienza alla chiesa e canonica di Vicofaro”.

“Se vuole fare accoglienza, deve farla nel rispetto delle regole”. Tra i punti affrontati dai cittadini ci sono quelli della sicurezza dei locali e anche il decoro della piazza e la quiete pubblica. Nel documento viene chiesto anche il ripristino della tranquillità a cui il quartiere era abituato. “Non è più possibile vivere tranquillamente” spiegano i firmatari.

Con le firme non arriverete lontano.




2 pensieri su “Rivolta contro don Biancalani: i suoi migranti sono molesti”

  1. ma i fedeli, che si trovano la chiesa invasa da tutti questi clandestini, cosa fanno? e la curia lascia che questo pretunzolo faccia i propri comodi e metta in secondo piano i propri fedeli? Nessuno dovrebbe frequentare più la chiesa di Biancalani con sciopera ad oltranza fino al suo definitivo allontanamento

Lascia un commento