Profughi in rivolta per i bagni picchiano poliziotto: “Ora ti uccidiamo”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Rivolta in un centro d’accoglienza nel centro di Viterbo. Ieri, nel primo pomeriggio, quattro ospiti hanno dato in escandescenze per colpa dei bagni.

I quattro, tutti di nazionalità senegalese, hanno iniziato col lamentarsi dei bagni per poi creare il parapiglia, tanto che si è reso necessario l’intervento della Squadra volante.

Gli agenti arrivati nel centro hanno fatto cambiare stanza ai clienti che allora si sono calmati. Ma mentre i poliziotti stavano uscendo, i migranti hanno ricominciato a urlare, aggredendo e minacciando di morte la responsabile del centro.

A questo punto gli agenti sono tornati dentro, ma mentre tentavano di identificare i quattro, uno di loro – un 21enne – ha aggredito un poliziotto colpendolo ad un braccio. E’ così stato arrestato ma, stamattina, è stato rimesso in libertà dal giudice nel rito per direttissima. Denunciato anche l’ospite che ha minacciato la responsabile del centro.

Nelle prossime ore i fancazzisti saranno trasferiti in un altro centro di accoglienza della provincia. Questo perché il decreto di Salvini giace ancora al Quirinale.




Lascia un commento