Effetto Salvini: – 34mila sbarchi in 4 mesi (dimezzati anche i morti)

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

A quattro mesi dall’inizio della stretta sui salvataggi in mare con la linea dura del ministro dell’Interno Matteo Salvini, c’è stata una “riduzione relativamente modesta” degli sbarchi in Italia che è coincisa “con un forte aumento del numero di morti e dispersi”. Lo rileva un rapporto dell’Ispi, che esprime dubbi sull’utilità delle politiche di deterrenza nei confronti del soccorso in mare.

Il rapporto confronta tre periodi: 16 luglio 2016-15 luglio 2017; 16 luglio 2017- maggio 2018; giugno-settembre 2018. Nel primo periodo, quello dei 12 mesi precedenti al calo degli sbarchi, si stima siano annegate poco meno di 12 persone al giorno. L’anno che coincide con le politiche Minniti è stato accompagnato da una netta diminuzione del numero dei morti, sceso a circa 3 persone al giorno. Ai quattro mesi di politiche Salvini corrisponde invece un nuovo aumento del numero di morti e dispersi (8 persone al giorno).

Una totale bufala. Non per nulla ISPI è una associazione finanziata dalla Open Society di Soros. Dei bufalari al servizio dell’invasione.

Già parlare di riduzione ‘relativamente modesta’ è da ricovero. Visto che parliamo di un crollo dai 41.661 sbarcati nel 2017 tra l’1 giugno e l’1 ottobre contro i 7.594 di quest’anno: – 34.067 , se vi sembra una ‘riduzione relativamente modesta’, tenendo anche conto che il calo è progressivo e gli sbarchi sono a zero da una settimana…

Insomma, basterebbe questo per squalificare questo ‘studio’ finanziato da Soros.

Quanto ai morti, per noi secondari rispetto gli sbarchi visto che chi dalla Nigeria va in Libia per venire a rompere i coglioni in Italia è responsabile di se stesso, ci sono dati ufficiali che smentiscono anche questo:

[…] è calato il numero di morti rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nel 2017 le persone che hanno perso la vita mentre tentavano la traversata sono state 2.276 quest’anno si sono contate 1.095 vittime.
Quindi si sono dimezzate.

Probabilmente i galoppini di Soros hanno truccato i numeri confrontando giugno-settembre di Salvini con Gennaio-Dicembre di Minniti. E’ chiaro che nei mesi invernali calano anche i morti, si comparano mele con mele, non mele con culi da leccare.

La reazione di Salvini ai numeri record:




Lascia un commento