Il Patto globale Onu sull’immigrazione vuole trasferire l’Africa in Europa

Condividi!

Non per nulla gli Stati Uniti di Trump e l’Ungheria sono contro il Patto globale Onu: “E’ contro l’interesse nazionale”.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’Ungheria è contraria al famigerato Patto globale sulle migrazioni delle Nazioni unite. Che sarà formalmente approvato a dicembre in Marocco. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri ungherese, Peter Szijjarto, all’Assemblea generale Onu.

“Questo patto va contro il nostro interesse nazionale”, ha affermato. “Suggerisce infatti che le migrazioni siano benefiche” oltre che suggerire “che una società multiculturale sia migliore di una società omogenea”. Inoltre, ha dichiarato, “spetta ai Paesi decidere” ed “esortiamo la comunità internazionale a non incoraggiare le ondate migratorie ma a mettervi anzi fine”.

I Paesi dell’Onu, fatta eccezione per gli Stati Uniti, hanno approvato a luglio la creazione di un Patto mondiale non vincolante sulle migrazioni. Pochi giorni dopo, Budapest aveva annunciato il ritiro dall’accordo. Il premier ungherese sovranista Viktor Orban è stato rieletto ad aprile. E dal 2015 porta avanti una politica ostile all’accoglienza dei migranti extra-europei. Scontrandosi anche con vari alleati europei. A luglio, elogiando l’approvazione del Patto, il segretario generale delle Nazioni unite Antonio Guterres aveva sottolineato che “i migranti sono un motore straordinario di crescita”.

Considerato il primo documento internazionale sulla gestione delle migrazioni, il Patto deve essere formalmente approvato in un vertice previsto il 10 e 11 dicembre a Marrakech. In Marocco.

Perché il governo italiano ha approvato questa sconcezza, considerato che questo è l’obiettivo dell’Onu:

Il progetto genocida dell’Onu per l’Italia: sostituirci con gli africani

Onu contro ‘decreto Pamela’: “Non espellere profughi che uccidono”




Un pensiero su “Il Patto globale Onu sull’immigrazione vuole trasferire l’Africa in Europa”

Lascia un commento