Imam a Trento: “Impiccare infedeli che insultano Maometto”

Condividi!

È stato ospite della Comunità islamica di Trento una decina di giorni fa il predicatore franco-tunisino salafita Bechir Ben Hassen.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’imam estremista era a Trento dal 14 al 16 settembre ospite della cosiddetta “comunità islamica locale”.

Già condannato per il sequestro dei suoi figli, ha dichiarato che “tutti coloro che criticano il nostro profeta meritano la morte per impiccagione”:

Imam: “Chiunque offende Maometto sia messo a morte” – VIDEO

Nel 2012 è stato arrestato in Marocco all’aeroporto di Casablanca con mandato di arresto internazionale emesso contro di lui nel giugno 2012 dalla corte di Créteil, in Francia, per essersi rifiutato di concedere la custodia dei suoi quattro figli alla ex-moglie. Che del resto è una donna, quindi un ‘animale parlante’.

Nsuo periodo come Imam della moschea di Villiers, dal 2007 al 2010, ha allevato numerosi jihadisti partiti dalla Francia alla volta del Medio Oriente.

Gli è stata inibita la possibilità di predicare in Tunisia, ma non in Italia, evidentemente.

“Finché abbiamo il potere – disse il religioso all’allora presidente tunisino – dobbiamo farlo il più rapidamente possibile. E se non si iscrivono immediatamente le leggi della sharia nella Costituzione, i partiti di sinistra influenzeranno l’Occidente”.




2 pensieri su “Imam a Trento: “Impiccare infedeli che insultano Maometto””

  1. Talmente grande l’ ammirazione x il falso profeta che ucciderebbe sua madre…tanto come dicono loro e ‘ sempre alah che uccide loro solo il mezzo che usa il falso profeta….mai sensi di colpa alcuna nemmeno quando uccudono bimbi innocenti con stragi….!

Lascia un commento