Rom in fuga investono donna, Salvini: “Campi nomadi devono sparire”

Condividi!

Quattordici e quindici anni appena, rubano un’auto, seminano il panico lungo la via Casilina, poi intercettati da una volante di polizia fuggono all’alt e nella loro folle corsa travolgono una donna di 49 anni, finita in ospedale con una sfilza di fratture, la più grave a una gamba. Per poco la signora, Sandra V., non ha rischiato di morire centrata da quella Alfa 155 grigia che viaggiava come un proiettile e sbandava paurosamente lungo via Prataporci, nel territorio di Frascati Colonna. Il cugino che era accanto a lei, Paola A., di 69 anni, si è salvato per un soffio, lanciandosi letteralmente a bordo strada: «Abbiamo visto la morte negli occhi», ha raccontato ancora sotto choc agli agenti della Volante Zara Como 10 che poco dopo hanno tallonato la berlina costringendola, finalmente a fermarsi. «Mi sono passati con la ruota sopra la gamba, è stato terribile», ripeteva lei al pronto soccorso.

“Due rom di 16 e 14 anni rubano una macchina a Frascati (Roma), scappano dalla polizia, investono una donna e poi si scontrano con la Volante. Minorenni che si comportano da criminali incalliti, ma per qualcuno voler chiudere i campi rom e interessarsi ai ragazzini che ci vivono (vanno a scuola? Con chi abitano? In quali condizioni?) “è discriminazione”. Un abbraccio alla signora e un grazie alla Polizia di Stato” dichiara il ministro dell’Interno Matteo Salvini. “Qualcuno – aggiunge Salvini – sostiene che non dovrei dirlo, invece io lo dico: i due delinquenti, minorenni, vengono da un campo ROM, luogo di illegalità e degrado che allevano criminali e che nell’Italia che ho in mente non dovrebbe esistere”.

I campi nomadi vanno rasi al suolo. Ma non per mandare i rom a scuola, con i nostri figli, fratelli e nipoti: per rimandarli a casa loro. Via dall’Italia.




Lascia un commento