Clandestini, Spagna al collasso: ora non sanno più dove metterli

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Hanno fatto gli splendidi, e ora a botta di mille clandestini al giorno, non sanno più dove metterli. La Catalogna, patria dell’accoglienza mediatica, non riesce più ad accogliere tutti i presunti minorenni che vogliono essere mantenuti.

Tanto che ormai, a decine, dormono per terra nei commissariati e sopravvivono solo grazie al cuckoldismo degli agenti, che portano loro cibo da casa.

Tutto ha avuto inizio con il colpetto di Stato che ha portato al potere il socialista mai eletto Sanchez. Poi l’Aquarius. E così la Spagna è stata travolta da un’ondata di immigrati: del resto, con i porti italiani chiusi e con quelli spagnoli aperti, cosa pensavano accadesse?

Così almeno trenta migranti presunti minori, per la stragrande maggioranza di origini nordafricane, da giorni sono ospitati nei commissariati dei Mossos d’Esquadra dei quartieri Sant-Montjuic, Eixample e Ciutat Vella di Barcellona.

Le strutture per accoglierli tutte sono già sottoposte a un’immensa pressione e così le autorità locali hanno chiesto la cooperazione della polizia. Che non è d’accordo.




Lascia un commento