Bologna, diffida scritta contro marchetta ai musulmani

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Il senatore e sottosegretario alla Cultura Lucia Borgonzoni e consigliere della Lega a Palazzo D’Accursio, presemta una diffida scritta al Comune perchè non proceda con la permuta del terreno di via Pallavicini a favore della moschea abusiva locale..

“Oltre agli ovvi motivi e già ribaditi sul no alla moschea – spiega Borgonzoni, parlando alla Dire – presenterò una diffida per bloccare la permuta perchè c’è poca chiarezza riguardo ai valori dei terreni”.

Secondo la leghista, “corriamo il rischio che intervenga la Corte dei conti”. Una diffida, precisa il sottosegretario, che sarà presentata in qualità di consigliera e senatrice, non come rappresentante del Governo. Borgonzoni ne ha parlato anche questa mattina all’inziativa contro la moschea organizzata dal Movimento sovranista al parco del Velodromo, alla presenza di Magdi Allam. “La permuta è una follia – afferma la leghista, facendo eco alle parole del Ministro dell’Interno Matteo Salvini – il sindaco Merola già quando era assessore provò a fare un’operazione simile, poi finita in niente. Lunedì sarò in Consiglio comunale e presenterò una diffida per fermare un’operazione che penso vada a svantaggio dei bolognesi per tantissimi motivi, tra cui anche quelli di natura finanziaria”.

Bologna, Pd regala moschea ai musulmani




Lascia un commento