Profughi ‘occupano’ condominio: lancio di oggetti contro residenti

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Ieri pomeriggio la situazione è precipitata a Cassino, con l’arrivo di altri stranieri e con il lancio, dalle finestre, di oggetti contro chi osava protestare.

“Si lavano i genitali sul balcone dove urinano anche. Gettano rifiuti ovunque, per non parlare dei bisogni fisiologici. Siamo disperati. Abbiamo comprato questi appartamenti – spiegano i residenti – anni fa quando questa palazzina era un gioiello. Ora non sappiamo come fare. Vendere è impossibile. Carabinieri e polizia hanno effettuato tanti controlli, segnalato le criticità ma niente è cambiato”.

CONVIVENZA POSSIBILE from TG24.info on Vimeo.

Nelle tre strutture si spaccia droga e le donne si prostituiscono: “Non siamo razzisti, non lo siamo mai stati siamo solo disperati e ci sentiamo abbandonati da tutti, anche dalle Istituzioni che dovrebbero controllare come si lavora in queste cooperative”.

Il ‘razzismo’ salva la vita.

Immaginate, comprate una casa dopo tanti sacrifici, chiedendo un mutuo. Poi, qualcuno decide che nelle case sopra di te devono andare degli africani, anche a spese tue, perché c’è la guerra in Siria: che Stato di merda.




Lascia un commento