“Ho 31 figli e non so come mantenerli”: vuole venire in Italia – VIDEO

Condividi!

Ieri sera puntata equilibrata di Piazza Pulita, con questi ospiti:

Durante la puntata Formigli ha presentato un reportage strappalacrime dal Somaliland, Stato indipendente a nord della Somalia.

Ha spiegato al popolo ignorante, che gli africani è giusto emigrino in Europa, visto che non riescono a mantenere i loro figli.

Poi però, tutto è crollato quando ha intervistato un padre degli ‘scheletrini’:

Quindi secondo Formigli e quelli come lui, noi dovremmo mantenere questo ‘stile di vita’ afroislamico: 5 mogli e 31 figli. E dovremmo essere dispiaciuti perché non riescono a mantenere 31 figli a testa.

Non sfiora l’idea ai radical chic che, forse e dico forse, gli africani facciano troppi figli. E che, forse e dico forse, la colpa delle condizioni in cui vivono sia loro, non nostra.

Non fatevi fregare da queste marchette alle ong.

E comunque, come dice il profilico africano: ci vogliono soldi, tanti, per arrivare in Europa. E’ per questo che da noi arrivano quelli ben nutriti e ben vestiti.




3 pensieri su ““Ho 31 figli e non so come mantenerli”: vuole venire in Italia – VIDEO”

  1. E chi si fa fregare, se non qualche cerebroleso – e non sono pochi ahimè – immigrazionista e autolesionista?

    Uno degli errori commessi dagli Europei nell’epoca colonialista in Africa, fu quello di non aver introdotto misure di controllo delle nascite alle popolazioni negre delle zone controllate. E oggi ne paghiamo le conseguenze, perché avendogli permesso di proliferare, con la decolonizzazione lo hanno fatto ancora di più, e nell’arco di un cinquantennio la popolazione africana è passata da 300 milioni a 1 miliardo.

    Faccio inoltre un’osservazione: ai sinistroidi radicalchic va bene che un africano faccia 31 figli, ma se lo stesso avesse fatto un europeo caucasico, potete star certi che gli avrebbero dato come minimo dell’irresponsabile o del coniglio. Comunque, parliamo di una trasmissione-spazzatura palesemente schierata a sinistra, la peggior sinistra, quella liberal, ma quella che da quest’anno trasmettono il giovedì sera su Rete 4 non è da meno.

Lascia un commento