Pompieri rifiutano di sfrattare anziane per fare posto: “Basta”

Condividi!

Mentre in Italia dilaga, soprattutto a Roma ma anche in altre città governate da giunte anti-nazionali, lo sfratto di italiani dalle case popolari per fare posto ai nuovi arrivati, dai Vigili del Fuoco arriva una importante presa di posizione.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Noi salviamo vite umane, non sfrattiamo anziane signore”. La Usb vigili del fuoco denuncia in un comunicato “ancora una volta l’uso improprio dei vigili del fuoco. Il D.gls
139 del 2006 ribadisce quali siano i nostri compiti: assicurare il soccorso pubblico, la prevenzione ed l’estinzione degli incendi. Sfrattare povere anziane, non sembra essere tra i nostri doveri. Oggi si è dovuto
assistere ad una scena pietosa, che ha visto intervenire in forza i nostri uomini e mezzi, con ben due autoscale, per procedere ad uno sfratto di una anziana, in zona Corticella. Nei fatti si è distratto risorse
fondamentali al soccorso per impegnarle in una operazione di polizia. Si è esposto i nostri uomini a diretto contatto con i manifestanti. Si è messo a repentaglio la sicurezza di uomini e mezzi del Corpo
Nazionale in palese contrasto con quanto disposto dalle stesse circolari ministeriali. Denunciamo quindi la poca attenzione da arte delle forze di polizia nei nostri riguardi e la scarsa sensibilità della prefettura,
che deve conoscere le norme e le competenze. Denunciamo anche l’atteggiamento dei nostri dirigenti, che evidentemente continuano a sottovalutare il nostro ruolo in questi contesti e sottovalutano il danno che
subisce il dispositivo di soccorso, soprattutto quando si utilizzano contemporaneamente due autoscale. Infatti riuscire a disimpegnare i mezzi in queste occasioni, per poterli inviare su operazioni di soccorso
reale, può essere complicato, inutile aggiungere altro”.

“Quindi – conclude la nota – un appello alla prefettura, alla questura: non ci chiamate per interventi che dovreste e potreste svolgere autonomamente, lo abbiamo già detto e lo ripetiamo, i Vigili del Fuoco non sono la bassa manovalanza delle forze di polizia, abbiamo la nostra specifica funzione e i nostri compiti specifici, rispettate la nostra professionalità, come noi rispettiamo la vostra, ad ognuno il proprio mestiere. Concludiamo con una considerazione di ordine morale, etico, non entriamo nel merito del singolo fatto di cronaca, ma in un momento di forte crisi economica, i vigili del fuoco non possono che stare con chi soffre più degli altri gli effetti di questa crisi, la casa dovrebbe essere, in uno stato civile, un diritto per tutti. NOI SALVIAMO, NON SFRATTIAMO”

Anche le forze dell’ordine si devono rifiutare di sfrattare gli italiani per fare posto a ‘loro’, come accaduto a Roma nei giorni scorsi, con il drammatico caso della mamma con il suo figlio disabile: scacciati perché la casa popolare serviva ad una famiglia di immigrati.




Un pensiero su “Pompieri rifiutano di sfrattare anziane per fare posto: “Basta””

  1. ma questo cazzo di governo nuovo- cosa cazzo fa ? ma si rendono conto che sono loro i diretti responsabili ? mi pare che stanno solo a chiacchierare come vecchie comari ! sfrattare italiani per fare posti a emigrati- ma vivete sulla terra o su altri pianeti ? cosa cazzo vi passa per la testa ? italiani>svegliatevi, scendete in piazza, porco Dio !

Lascia un commento