Modena, Pd obbliga dipendenti pubblici a “linguaggio di genere”

Condividi!

Posted by ModenaToday on Wednesday, September 19, 2018

Burocrazia, anche la Provincia di Modena introduce il linguaggio “di genere”

Come ha sottolineato Caterina Liotti, consigliera provinciale con delega alle Pari opportunità, con questo atto «prosegue un percorso avviato lo scorso anno con la sottoscrizione da parte dei sindaci del Patto di Modena per la prevenzione e il contrasto della violenza maschile che, tra le altre indicazioni, prevede la promozione negli enti di un linguaggio non discriminante e rispettoso dell’identità femminile».

Che sarebbe scrivere ‘presidenta’. E per educare i dipendenti pubblici di Modena a questo linguaggio demenziale, usano soldi dei contribuenti.

Questo è il PD, signori/e. Un partito che si deve estinguere. E che si estinguerà.




Lascia un commento