Sassi contro auto in corsa: sono stati i Rom, decine le vittime

Condividi!

Incredibile, sempre loro. Individuati i 4 responsabili che lanciavano sassi alle macchine sulla via Pontina per costringerle a fermarsi in un vicino distributore dove poi rapinavano gli automobilisti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Vox è da mesi che dice ciò che tutti sanno: zingari del vicino campo nomadi.

E infatti, i quattro responsabili sono tutti residenti a spese dei contribuenti presso il campo nomadi di Castel Romano: si appostavano di notte nella boscaglia poco prima del campo.

L’ultimo episodio ha visto coinvolti sette automobilisti, costretti a mettere a rischio, con manovre di fortuna, la propria e l’altrui incolumità. Oltre ai danni alle vetture, due automobilisti sono rimasti anche feriti.

Solo denunciati i componenti della banda, padre e figlio, ancora minorenne, oltre ad altri due zingari di 34 e 35 anni.

Per loro l’accusa è di tentato omicidio, attentato alla sicurezza dei trasporti, danneggiamento e lesioni personali aggravate. Dodici le vittime finora accertate che potrebbero aumentare nel prosieguo delle indagini: si parla di decine.

Se lanci un uovo sodo ad una nigeriana, patibolo. Se attenti alla vita di decine di persone, ti denunciano. Stato di merda. E radete al suolo quel fottuto campo, da dove provengono ladri, stupratori e probabilmente di peggio.




Un pensiero su “Sassi contro auto in corsa: sono stati i Rom, decine le vittime”

Lascia un commento