Pamela: arrestato per spaccio nigeriano “vittima” di Traini

Condividi!

Uno degli stranieri rimasti feriti nella vendetta di Luca Traini, il nigeriano Gideon Azeke, è stato arrestato ieri mattina a Macerata per spaccio.

E’ uno degli immigrati colpiti da Luca Traini durante il suo raid di vendetta per l’uccisione di Pamela Mastropietro.

VERIFICA LA NOTIZIA

Oggi è stato arrestato dalla polizia di fronte a un istituto superiore di Macerata. Non aveva sparato all’impazzata, Traini. Visto che un altro era un ‘profugo’ compagno di stanza di uno degli arrestati per l’assassinio di Pamela e, ora, si scopre che un altro è ed era uno spacciatore.

L’uomo, nigeriano di 27 anni, che all’arrivo degli uomini della squadra mobile ha ingerito un ovulo con stupefacente. L’arresto è avvenuto nell’ambito dei controlli disposti dal questore a tutela degli studenti.

E ora liberatelo. Non lo spacciatore, Traini.

E non diteci che le cosiddette autorità non sapevano dall’inizio, il lavoro che facevano le ‘vittime’ di Traini. Ma l’hanno tenuto nascosto, per non ‘turbare’ l’opinione pubblica in vista delle elezioni. Perché una cosa è un “pazzo che spara a caso”, altra cosa è uno che spara agli spacciatori.




Un pensiero su “Pamela: arrestato per spaccio nigeriano “vittima” di Traini”

Lascia un commento