Ue, Moscovici attacca l’Italia: “Vedo tanti piccoli Mussolini”

Condividi!

Il commissario dell’Unione europea agli Affari economici e monetari attacca l’Italia: “È un problema nell’eurozona”. E ha ragione, siamo un problema per chi vuole sottomettere i popoli al dio Euro.
“L’Italia è il tema su cui voglio concentrarmi prima di tutto”, ha aggiunto durante una conferenza stampa a Parigi.

“L’Italia ha bisogno di riformare la sua economia – ha continuato durante la conferenza stampa a Parigi -. Fermare le riforme e puntare sulla spesa non sono i mezzi con cui salvare il Paese”.

Poi, parlando dell’avanzata dei “populisti”, secondo il socialista Moscovici, in vista delle elezioni europee del 2019 ci troviamo di fronte ad un “clima che assomiglia molto agli anni ‘30”.

“Chiaramente non c’è Hitler – dice Moscovici – forse dei piccoli Mussolini…La storia, come diceva Raymond Aron, è tragica. Bisogna evitare che sprofondi nelle sue ore più buie”.

Le ore più buie sono quelle che stiamo vivendo in questi anni di occupazione eurocratica. Non ci sono i carri armati, ci sono le troike che impongono la fame ai popoli.

Perché la storia ripete se stessa, ma con altre forme. E i dittatori di oggi non parlano dai balconi, parlano con i numeri dell’austerity.




Lascia un commento