Immigrato irrompe in chiesa e minaccia fedeli, niente arresto

Condividi!

L’immigrato ha superato i controlli all’ingresso e, insieme a un gruppo di turisti è entrato nella basilica di San Petronio, in piazza Maggiore a Bologna. E’ successo ieri intorno alle 19: il 31enne albanese ha iniziato a inveire contro i presenti.

VERIFICA LA NOTIZIA

I Carabinieri della Stazione Bologna Indipendenza sono allora entrati nella chiesa e lo hanno accompagnato in piazza Maggiore dove sono stati raggiunti da colleghi del nucleo Radiomobile. Lo straniero è stato identificato ed è stato appurato che soffriva di problemi psichici: si è definito ‘Messaggero del Signore’. Su disposizione della Procura è stato rimesso in libertà e affidato alle cure sanitarie a spese dei contribuenti.

Di espellerlo non se ne parla.




Lascia un commento