Google, video svela complotto contro i populisti – VIDEO

Condividi!

Che i giganti di internet – Big Tech – fossero in questi anni e soprattutto dopo la vittoria di Trump impegnati in una pervicace opera di censura e manipolazione di come le notizie fluiscono, lo si è sempre saputo. Ora c’è anche un video che lo dimostra.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il video, confidenziale, è stato inviato a Breitbart da un dipendente ribelle e mostra una riunione privata, in cui i fondatori della multinazionale e i più alti dirigenti tengono una sorta di seduta di analisi collettiva dopo la vittoria di Trump.

Gli elettori di Trump vengono definiti ‘fascisti’ e si delineano le strategie per manipolare il flusso dell’informazione perché “non accada più” e per impedire la vittoria populista in altri Paesi: in pratica, Google, che ha il monopolio della diffusione delle notizie come motore di ricerca, e nella raccolta pubblicitaria online, è un attore politico: della sinistra globalista nemica dei popoli. Popoli che vanno educati e, se non è possibile, manipolati attraverso la censura e la diffusione di una informazione controllata.

Abbiamo a che fare con veri e propri criminali – nel senso che come autocrati passati vogliono limitare la libertà – pronti a tutto pur di creare un mondo a loro immagine e somiglianza: e non è una bella immagine, non è una bella somiglianza.

E’ tempo di intervenire contro Big Tech: vanno regolati, devono rendere pubblici i loro algoritmi, ai quali va imposta una imparzialità nel filtro delle notizie. E non solo.

Quella di Google è una dichiarazione di guerra ai populisti (e ai popoli), Google va trattata di conseguenza.




3 pensieri su “Google, video svela complotto contro i populisti – VIDEO”

    1. Quindi che si fa ?
      Gli si da fuoco agli uffici con tutti dentro o si aspetta che chi dovrebbe provvedere a tutelare il cittadino da una informazione manipolata con una revoca delle concessioni chiudendogli i server e sequestrandogli le sedi sul territorio nazionale provveda a fare il suo dovere ?

  1. Mah !
    Sarà anche vero.
    Ma io non parlo inglese. E non solo io.
    E SE PUBBLICATE UN CAZZO DI VIDEO INCOMPRENSIBILE AI PIU’ TANTO VALE PUBBLICARE UN VIDEO IN ARABO O IN UCRAINO E….
    E andate a cagare.

Lascia un commento