Migrante molesta minorenne, assolto: “Reato depenalizzato dal PD”

Condividi!

La ragazzina si era riparata dalla pioggia in un androne. E li un immigrato l’aveva sorpresa calandosi i pantaloni e masturbandosi davanti a lei.

VERIFICA LA NOTIZIA

Una scena che l’aveva scioccata, ovviamente. Per questo il migrante, un 28enne albanese, era finito a processo per atti osceni. Peccato che il governo Pd abbia depenalizzato il reato.

Perché la legge punisce come reato sì, chi commette atti osceni in luoghi frequentati da minori, ma se il fatto accade davanti ad un minore ma non in un luogo frequentato da minori – come hanno precisato delle recenti sentenze della Cassazione – allora il reato non è previsto.

Tutto questo lo dobbiamo al connubio Pd-magistratura rossa che controlla la Cassazione.

L’atto osceno va punito con una semplice multa, anche se fatto davanti ad una ragazzina terrorizzata, perché l’androne di un palazzo non è un luogo frequentato da minori. Anche se lo è.




Lascia un commento